sabato 24 agosto 2019
Anno IV - numero 33 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca

BASKET CATANESE, L’UNIONE FA LA FORZA


“L’unione fa la forza”. È questo il nuovo slogan del basket catanese, con l’intento di realizzare un vero e proprio gruppo sportivo che racchiude oltre 1200 giovani e 40 squadre, dai senior al minibasket, con l'obiettivo di condurre la pallacanestro catanese hai più alti livelli. Il nuovo gruppo che riunisce le migliori squadre nel panorama provinciale e che mette insieme il Basket Acireale, la Polisportiva Alfa, Acicatena Basket, Prisma Sant'Antonio, San Luigi Acireale, Pgs Trinacria e Leonardo da Vinci, con la collaborazione del Cus Catania, è stato presentato nei giorni scorsi al Grand Hotel Baia Verde di Acicastello.

Presente il prefetto di Catania, Vincenzo Santoro."Per costruire un progetto solido a livello sportivo occorrono basi solide -ha spiegato il presidente della Polisportiva Alfa, Nico Torrisi-. Le nostre basi sono rappresentate da impianti e palestre omologati e di ultima generazione (Leonardo da Vinci, San Luigi, Istituto Santo Spirito) e, soprattutto, da un migliaio di ragazzini che potranno partecipare ai campionati regionali e d'eccellenza. Vogliamo offrire un futuro sportivo ai più piccoli e chissà che nel medio termine non si possa ambire alla serie A dilettanti". "L'unione fa la forza -ha aggiunto il presidente della Edil Tomarchio Acireale, Paolo Panebianco-. Da una parte le società manterranno la loro autonomia, dall'altra condivideranno l'obiettivo di puntare all'eccellenza e portare beneficio all'intero territorio, superando i confini locali".

Il presidente della Federazione italiana Pallacanestro, Comitato provinciale Catania, Michelangelo Sangiorgio, ha inoltre dichiarato: "E’ un progetto ambizioso che nasce dalla straordinaria collaborazione tra le realtà cestistiche più importanti del panorama provinciale e che porta alla creazione di una vera e propria scuola di basket catanese". "Le istituzioni hanno il compito e il dovere di propagandare iniziative come questa che contribuiscono alla diffusione di cultura e valori sani, come quello dello sport. L'auspicio è che questo movimento si propaghi e dia opportunità concrete ai giovani catanesi", ha infine concluso il prefetto etneo, Vincenzo Santoro. La realtà è proprio questa: lo sport unisce davvero; dà forza, grinta  e maturità a chi lo pratica, a qualsiasi livello.
Valeria Contarino


03/07/2011

Condividi su Facebook