marted́ 20 ottobre 2020
Anno IV - numero 42 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Sicilia » Cronaca
StampaInivia a un amico

VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI: 

UN AIUTO DALLA REGIONE 

 

E' stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Regione del 13 febbraio scorso il bando della misura 133 del Programma di sviluppo rurale 2007/2013 della Sicilia.
La misura prevede un sostegno alle associazioni di produttori per le attività di informazione e promozione delle produzioni agricole di qualità e si propone di incentivare tutte quelle attività finalizzate alla valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità ottenuti in Sicilia. In particolare, la misura si riferisce alla promozione dell’immagine di questi prodotti presso i consumatori in termini di caratteristiche nutrizionali, di sicurezza dei metodi di produzione rispettosi dell’ambiente, di sistemi di etichettatura e rintracciabilità, anche per diffondere conoscenze scientifiche e tecniche e favorire l’integrazione di filiera.
“Nonostante un periodo di grave difficoltà amministrativa della Regione che si protrae già dall’anno scorso -ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura, Giovanni La Via- con grande impegno gli uffici dell’assessorato hanno elaborato un nuovo bando per mettere a disposizione degli agricoltori siciliani le risorse stanziate dall’Unione europea. Il Psr, tra l’altro, è l’unico tra i 4 programmi comunitari gestiti dalla Regione ad avere già pubblicato, l’anno scorso, a pochi mesi dall’approvazione del Programma, i primi bandi relativi ai premi agroambientali. A breve, già nel mese di marzo, verranno pubblicati altri bandi che serviranno sicuramente a rendere la nostra agricoltura più competitiva sui mercati nazionali e internazionali”.
Per gli interventi previsti nel bando sono complessivamente disponibili 15 milioni di euro. Possono beneficiari dei contributi i Consorzi di tutela e valorizzazione e le associazioni di produttori. I prodotti per i quali sarà possibile avviare le azioni di informazione e promozione sono tutti quelli ottenuti con metodo biologico certificato e quelli a marchio comunitario Dop, Igp, Docg, Doc e Igt.
La spesa massima ammissibile a finanziamento non potrà superare i 500mila euro a progetto e comunque non potrà essere superiore al 50 per cento del valore della produzione di qualità realizzata dai soci del consorzio o dell’associazione di produttori. La spesa massima ammissibile per beneficiario, per le attività promo-pubblicitarie che hanno una ricaduta diretta dal punto di vista commerciale non potrà, in ogni caso, essere superiore al 25% del valore della produzione di qualità realizzata dai soci del Consorzio o dell’Associazione di produttori.
L’aiuto, concesso in conto capitale, coprirà il 70% della spesa ammissibile, mentre il rimanente 30% sarà a carico del beneficiario. I richiedenti dovranno presentare entro 60 giorni dalla pubblicazione del bando sulla Gurs la domanda d’aiuto informatica sul Sistema agricolo informativo nazionale (Sian). Gli interventi sostenibili riguarderanno le spese per: fornitura di beni e servizi necessarie alle attività di informazione, realizzazione di campagne promo-pubblicitarie e incontri con operatori, partecipazione a manifestazioni, fiere ed eventi. Il bando completo potrà essere scaricato dal sito
www.psrsicilia.it.


(comunicato stampa)
 


16/02/2009

Condividi su Facebook