sabato 24 agosto 2019
Anno IV - numero 33 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Sicilia » Spettacolo
StampaInivia a un amico

NIENTE D’IMPORTANTE TOUR


E’ il sentimento che muove e smuove il mondo, che fa partire e ricominciare, che fa star bene e male nell’identico momento in cui si prova.

Fondamentale, necessario. L’amore e le sue diverse sfaccettature raccontate in note e parole in “Niente d’importante”, titolo dell’ultimo album e del tour di Marco Masini. 
E l’amore è anche il sentimento che si respirava nell’Anfiteatro delle Ciminiere di Catania che ha ospitato una delle due tappe siciliane del cantautore fiorentino.

Il Maso non si risparmia, canta e si racconta (l'adolescenza, la scelta tra la musica e tutto il resto, l’inevitabile conflitto con i genitori, il ritrovarsi adulto, il senso di protezione verso il papà), scherza su qualche parola dimenticata qua e là tra le canzoni, sull’età che avanza, sul pareggio di Palermo- Fiorentina. 
E’ uno scambio continuo di note, parole ed emozioni quello tra il Maso e i suoi fans e un continuo dare e ricevere.
Il concerto si apre con un video (che si ripete a più riprese) che trasmette un pentagramma e i tasti del pianoforte e in sottofondo le note e le parole di 'Un piccolo Chopin'.

Poi un alternarsi di nuove e vecchie canzoni, “storie” riarrangiate per l’intimità del teatro. 
Poi il ricordo di due importanti figure della musica italiana scomparse recentemente: "Lasciaminonmilasciare" brano scritto insieme a Giancarlo Bigazzi e “Anna e Marco”  di Lucio Dalla; la voce potente di Maso, la bellezza dei due testi, il pensiero di due grandi che non ci sono più fanno vibrare e trattenere il respiro alla platea. 
Ma l’altalena di emozioni tocca l’apice alla fine con tutto il pubblico sotto il palco a cantare in un unico coro "Vaffanculo" e "L’uomo volante" e ad ascoltare in religioso silenzio voce e piano "Marco come me".

Insieme a Marco Masini sul palco: Massimiliano Agati alla batteria, Cesare Chiodo al basso, Stefano Cerisoli alla chitarra elettrica, Riccardo Cherubini alla chitarra elettrica ed acustica e Antonio Iammarino al pianoforte e tastiere.

 

                                                                                                                                                                                     Grazia Scuderi


15/04/2012

Condividi su Facebook