venerd́ 14 dicembre 2018
Anno IV - numero 49 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Acicastello » Sport
StampaInivia a un amico

Squalifiche per la dirigenza dell'Archigen Acicastello

 

La società Archigen Pallanuoto Acicastello prende ufficialmente posizione in merito ai provvedimenti disciplinari che hanno portato alla sospensione da ogni attività sociale e federale fino al 30 marzo del presidente Giovanni Di Grazia e del direttore sportivo Salvo Scebba per comportamento ingiurioso e gravemente minaccioso nei confronti degli ufficiali di gara.
Due squalifiche giunte dopo il finale arroventato della gara Archigen Acicastello-Rn Cagliari e  dopo le proteste dei dirigenti castellesi in relazione a contrastanti decisioni arbitrali che nell’ultimo minuto di gioco hanno determinato il risultato finale della partita.
Pur condannando con fermezza ogni atteggiamento che non rientra nell’ambito puramente sportivo, la società Archigen Acicastello vuole esprimere, per bocca dei diretti interessati, la propria valutazione sui provvedimenti del giudice unico. “ Riconosciamo di aver protestato in modo energico e ce ne assumiamo le responsabilità ” affermano il presidente Di Grazia e il direttore sportivo Salvo Scebba “ Intendiamo però sottolineare che il termine ingiurioso non risulta adatto a connotare l’accaduto in quanto nulla di offensivo è stato espresso nei confronti degli arbitri, nessun vocabolo è stato proferito in senso minaccioso perché non fa parte della storia personale né di Di Grazia né di Scebba né in generale della società Pallanuoto Acicastello. I diretti interessati, peraltro, si riservano di ricorrere agli organi competenti per far emergere la verità dei fatti contestati e tutelare l’immagine dei tesserati e della società tutta ”.

22/02/2009

Condividi su Facebook