sabato 24 agosto 2019
Anno IV - numero 33 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Acireale » Politica
StampaInivia a un amico

MANIFESTAZIONE IL MOVIMENTO 5 STELLE MANIFESTA LA RIAPERTURA DELLA VILLA DI SAN GIOVANNI BOSCO

 

Uno striscione chiaro ed emblematico che non ha bisogno di ulteriori commenti: “Ridateci la nostra villetta. Fatelo per i bambini...”.
Così i militanti del Movimento 5 Stelle di Acireale hanno riacceso la questione della villa di S. Giovanni Bosco, utilizzata dalla Protezione Civile dopo il sisma del 2002 e mai più riaperta al pubblico.
Nel corso del sit-in promosso dinanzi l'ingresso della villa Turi Basile, a nome dei manifestanti, ha ribadito: “Torniamo a chiedere con forza la riconsegna alla frazione di questa villetta che contiene al suo interno anche una bambinopoli. Da un anno e mezzo purtroppo sollecitiamo periodicamente l'amministrazione ma fin qui non è accaduto nulla e il sito rimane tristemente chiuso. Ci è stato detto più volte che è prevista la riqualificazione della villetta ma è passato davvero troppo tempo e non si riesce a capire a che punto siano giunti questi interventi”. Lo stesso Basile poi aggiunge: “Nonostante la villa rimanga chiusa al pubblico, i lampioni posti all'interno la notte rimangono regolarmente accesi e ciò rappresenta un incredibile spreco di denaro pubblico”.
La stessa sera la protesta civile è poi proseguita con un presidio dei grillini durante i lavori consiliari.
Immediata si è registrata la replica dell'Amministrazione. “Le attività per la riapertura della villetta di S. Giovanni Bosco -ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici Nuccio Calabretta- sono già iniziate a seguito della rimozione delle strutture di protezione civile regionale. La villa di S. Giovanni Bosco è stata già oggetto di intervento di rimozione dalla cenere vulcanica e di potatura degli alberi nonchè scerbatura delle vegetazione spontanea. Di concerto con la Dusty –come direttiva del sindaco Nino Garozzo– si sta già provvedendo a rimuovere dal sito gli scarti vegetali al fine di consegnare entro il mese di novembre, anche a seguito di una revisione del sistema elettrico, il polmone verde ai cittadini”. 
Il sindaco Nino Garozzo ha quindi aggiunto: “La platealità della manifestazione, dal sapore elettoralistico, è oltremodo sospetta proprio adesso che sono stati avviati i lavori preliminari che porteranno, sicuramente prima delle festività natalizie, alla riapertura della villa di S. Giovani Bosco. Il prolungamento delle operazioni di riconsegna è principalmente dovuto all’attesa di trasferimento delle strutture appartenenti non al Comune ma alla Protezione civile, che ringraziamo per il lavoro svolto nel nostro territorio. Un impegno che ha consentito la realizzazione della nuova scuola, tra le più belle di Acireale e dall’altro lato, la restituzione dell’area a verde pubblico. In conclusione la frazione di S. Giovanni Bosco si ritrova una scuola nuova, sede di circolo didattico, e una villa accessibile e sgombra da ogni altra attività”.
Antonio Carreca


04/11/2013

Condividi su Facebook