marted́ 11 dicembre 2018
Anno IV - numero 49 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Acicastello » Cronaca
StampaInivia a un amico

FICARAZZI: AL VIA I LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DELLA PROVINCIALE

Un bel regalo di Natale per Ficarazzi. Dalla scorsa settimana, infatti, è stato dato l'avvio ai lavori per la messa in sicurezza della Strada provinciale 41, arteria che collega la frazione castellese con il vicino borgo di San Nicolò. Come ricorderanno i nostri lettori, noi dell'Eco nei passati numeri abbiamo più volte denunciato le criticità che interessano il primo tornante di questa importante via d'accesso al paese, evidenziando il precario stato di stabilità del muro di sostegno posto alla base della carreggiata, caratterizzato da uno svariato numero di crepe e da diverso materiale eroso.
Era da diverso tempo che i cittadini di Ficarazzi a più riprese chiedevano interventi risolutivi agli organi provinciali, ottenendo come risposta promesse poco attendibili. Non sono mancati, tra l'altro,  i diversi appelli dei consiglieri comunali ficarazzoti, ma anche in questo caso  l'esito della richiesta  rimaneva impantanato nella palude del dimenticatoio. Negli ultimi mesi, tuttavia, qualcosa si è sbloccato nelle apposite sedi e così si è potuto procedere con l'inizio dell'opera di palificazione indispensabile per irrobustire la parete muraria. Nelle prossime settimane, secondo la scansione delle procedure, si continuerà asfaltando  nuovamente il manto e ristabilendo la pendenza, gravata dal continuo transito di mezzi e dalle ingenti infiltrazioni atmosferiche.
Attualmente l'intera tratto e le limitrofe vie (Tripoli, Sottotenente La Spina e Quasimodo) sono transennate e l'accesso al paese è garantito da una sola corsia disciplinata da un impianto semaforico provvisorio. Come appare immediatamente intuibile, già dalle prime battute, soprattutto durante le fasce orarie di punta, si sono registrate notevoli difficoltà per gli automobilisti costretti a barcamenarsi tra interminabili colonne e tra le auto in sosta vietata della successiva via Tripoli.
Soprattutto in questa fase e per almeno le prossime cinque settimane sarebbe preferibile evitare di percorrere questo tragitto sia per evitare l'intenso traffico sia per garantire una più agile prosecuzione delle operazioni. Ci si augura, inoltre, che le difficoltà d'accesso a Ficarazzi di questo periodo facciano riflettere i nostri amministratori sull'indispensabile bisogno di creare un'altra via di fuga per il paese. Ficarazzi, lo ricordiamo da tempo, vive imbottigliata nel traffico e pertanto sarebbe necessario dotarla al più presto della tanto osannata “bratella”,  pista che eliminerebbe l'intasamento veicolare del centro abitato.

Giuseppe Caltabiano


27/12/2013

Condividi su Facebook