luned́ 24 giugno 2019
Anno IV - numero 25 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Aci Bonaccorsi » Politica
StampaInivia a un amico

IL DIBATTITO SULL'ADESIONE ALL'AREA METROPOLITANA COINVOLGE ACI BONACCORSI

 

A proposito del dibattito apertosi sull'adesione o meno all'area metropolitana di Catania, registriamo oggi il commento dell'avv. Nando Gambino, portavoce del Comitato a difesa delle Aci, all'indomani dell'incontro avuto in municipio con il sindaco Mario Alì.  

“Aci Bonaccorsi -scrive Gambino-, che trae le proprie origini dalla città greca Xiphonia (situata, per l’appunto, nel territorio delle attuali Aci) e che è stata uno dei casali della Universitas di Aci, rappresenta ancora oggi un riferimento importante della identità delle Aci, come testimonia, tra l’altro, lo stemma comunale, riportante il castello e i faraglioni. L’idea è ribadita nell’artistica fontana situata nella via principale”.

“Aci Bonaccorsi, con i suoi poco più tremila abitanti -prosegue il portaoce del Comitato-, ha dato prova di essere uno dei comuni virtuosi e non può essere “annacquata” o essere dispersa in un ambito in cui vengano di fatto annullati tutti i suoi pregi e la sua fisionomia. Le ragioni, peraltro, che stanno a base della necessità della fuoriuscita di Aci Bonaccorsi dall’area metropolitana di Catania e della opportunità di costituire un libero consorzio sono comuni a quelle delle altre Aci, costituite, essenzialmente, dalla necessità di non farsi fagocitare dalla città maggiore, di mantenere la propria identità e di progettare il proprio futuro con gli altri comuni viciniori nella piena dignità e parità”.  


13/05/2014

Condividi su Facebook