venerd́ 14 dicembre 2018
Anno IV - numero 49 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Sicilia » Cronaca
StampaInivia a un amico

No al Muos dal Consiglio comunale straordinario

Il Consiglio comunale di Caltagirone ha approvato a larghissima maggioranza (un solo astenuto), l'ordine del giorno con cui prende posizione contro la realizzazione (in territorio di Niscemi, ma a breve distanza dal territorio di Caltagirone) del Muos (Mobile User Objective System), il sistema di comunicazione radar voluto da un accordo fra il governo Usa e quello italiano. L’installazione del Muos, secondo quanto sottolineato, rappresenterebbe un rischio per la salute dei cittadini (leucemie infantili e aumento dei tumori) e per l’habitat (sarebbe costituito in una zona di Riserva naturale Sic, dove sono presenti già 41 antenne che emanano onde elettromagnetiche).
L'assise cittadina ha votato il documento in contemporanea con i Consigli degli altri centri del nisseno e del calatino protagonisti della protesta: Niscemi, Gela, Vittoria, Mirabella Imbaccari, Mazzarrone, Acate, Comiso, Butera, Mazzarino e Riesi. Decisione presa anche dal Consiglio comunale di San Cono.
Sull'argomento sono intervenuti il presidente del Consiglio comunale Fortunato Parisi (che ha sottolineato “l'utilità dell'iniziativa”), il sindaco Francesco Pignataro (sui rischi del Muos), i consiglieri Luca De Caro, Francesco Lirosi (entrambi hanno ricordato l'azione del governo regionale, “che ha stoppato l'iter”), Giovanni Garofalo e Giacomo Pulvirenti (critici col governo Lombardo).


18/03/2009

Condividi su Facebook