sabato 23 marzo 2019
Anno IV - numero 11 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Aci S. Antonio » Cronaca
StampaInivia a un amico

ACI S. ANTONIO: MANI E PANCHINE ROSSE CONTRO IL FEMMINICIDIO

Aci Sant’Antonio ha celebrato nei giorni scorsi la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Lo ha fatto con un articolato programma di iniziative che ha preso avvio dalla villa comunale dove è stata svelata e inaugurata una panchina rossa dedicata a Laura Russo e Giordana Di Stefano, oltre che a tutte le donne vittime di femminicidio.

Hanno partecipato all’iniziativa anche gli alunni delle scuole “Alcide De Gasperi” e “Fabrizio De Andrè”. A loro ha parlato Giovanna Zizzo, madre di Laura, la bambina di dodici anni uccisa dal padre nella sua casa di San Giovanni La Punta.

“La mia vita è cambiata totalmente –ha detto la signora Giovanna-. Adesso vivo nel ricordo della mia Lalla e mi sono prefissata di portare avanti la sua voce. La voce dell’amore, non della vendetta. Intendo spiegare a questi ragazzi che l’amore non è possesso, non è violenza. L’amore non uccide. E’ importante sensibilizzare le scuole e insegnare i giovani ad amare”. 

Presente anche Il sindaco Santo Caruso: “Abbiamo invitato le scuole del territorio a questa manifestazione perché i nostri figli sono il futuro. Vogliamo inculcare a loro la nostra cultura, che è quella della non violenza. La violenza non ha uno scopo e non porta a nulla”.

Liberati in aria dei palloncini e colorate di rosso le mani, un corteo è partito dalla villa per raggiungere piazza Maggiore; qui è stata scoperta una seconda panchina rossa. La giornata di celebrazione si è conclusa in serata con l’incontro culturale “Ora Basta…avere coraggio!”, sulla figura della donna e sul suo ruolo sociale.

Antonio Carreca


29/11/2016

Condividi su Facebook