martedė 17 settembre 2019
Anno IV - numero 37 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Acireale » Spettacolo
StampaInivia a un amico

Quarto appuntamento “Figli dell’Etna” 12/13 Dicembre Antisala consiliare – Comune di Acireale.


Quarto ed ultimo appuntamento per i percorsi artistico-culturali della manifestazione “Figli dell’Etna”, giunta alla quinta edizione ed organizzata dall’associazione Futurinsieme del dinamico presidente Alfio Grasso, collaborato da Angelo Russo e dalla vicepresidente Maria Antonietta Russo.

Questo fine settimana, protagonista della manifestazione sarà Vittorio Ribaudo, pittore della luce e della natura. Palermitano di nascita vive ormai da anni ad Augusta. La sua passione per l’arte è nata in giovanissima età, grazie al maestro Vincenzo Vitrano. Tra le molteplici iniziative Ribaudo ha ideato nel 1977 il “Premio Rubens” che ogni anno premia personalità del mondo dell’arte, dello sport e dello spettacolo. Nel 1973 illustrando la “Divina Commedia” del sommo poeta Dante Alighieri, ha realizzato l’opera che gli ha dato la grande fama mondiale. A distanza di 30 anni il Maestro, nel 2003, ricompone la seconda “Divina Commedia” in un’edizione che manifesta l’altissima maturità della sua pittura, illustrando i canti dell’Inferno su legno, i canti del Purgatorio su marmo ed il Paradiso su agata del Brasile, per i quali a maggio del 2009 è stato ricevuto dal Papa Benedetto XVI al quale è stata donata un’opera del Paradiso che verrà esposta nei Musei Vaticani. La critica è stata sempre unanime nel riconoscere la sua originale “scoperta del legno”, come materia pittorica sin dal 1965. Vittorio Sgarbi ha detto di lui: “Mi complimento vivamente con l’artista Ribaudo in quanto i suoi dipinti su legno e su altri materiali, dallo stile riconoscibilissimo, ha aperto nuovi sentieri nel campo dell’arte italiana. Ribaudo onora Palermo e la Sicilia intera”. E’ ritenuto il successore ed erede di Renato Guttuso. Tanti i premi ricevuti in Italia ed all’estero dove si trovano esposte molte sue opere. Vittorio Ribaudo, un grande pittore contemporaneo, che ha fatto tanto e che ha ancora tanta strada davanti, come chi, guardando nei profondi orizzonti da lui dipinti, può guardare ancora molto lontano. La mostra sarà visitabile nei giorni di sabato 12 dicembre dalle ore 18 alle 21, e domenica 13 dalle 10 alle 12.30 e dalle 17.30 alle 21.


09/12/2009

Condividi su Facebook