lunedý 13 luglio 2020
Anno IV - numero 28 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Acireale » Cronaca
StampaInivia a un amico

ANTITRUST APRE ISTRUTTORIA PER PRESUNTA INSUFFICIENTE TRASPARENZA DEI PREZZI PUBBLICIZZATI

E’ datata 11 dicembre 2009 la lettera proveniente dall’Antitrust con la quale viene ufficialmente comunicata l’apertura dell’istruttoria a carico di “Terme di Acireale” e “Medithermarium”, ipotizzando la violazione degli artt. 20, 21 e 22 del D.Lgs. 206/2005 in quanto il contenuto delle informazioni fornite dalle brochure pubblicitarie e dal sito www.terme-acireale.com/news sul prezzo dei trattamenti termali, medici ed estetici offerti, nonché il rinvio del sito www.terme-acireale.com/principale.htm al sito www.medithermarium.it sarebbero idonei a indurre il consumatore medio ad assumere una decisione di natura commerciale che altrimenti non avrebbe preso, con particolare riferimento al fatto che detti prezzi sono pubblicizzati senza alcuna precisazione in ordine all’inclusione o meno dell’IVA.
La vicenda ha inizio nel periodo Aprile-Maggio 2008 quando proprio il ns. Consigliere Toscano, basandosi sui prezzi pubblicizzati da Terme di Acireale nei suddetti modi, decise di fruire di un determinato pacchetto caratterizzato dal costo “X” ma al momento del pagamento gli fu chiesta una somma pari ad “X + 20%” perché sul prezzo “X” fu poi applicata l’IVA. Vane le proteste all’occasione espresse, il ns. Consigliere inviò dettagliata segnalazione all’Antitrust che dopo aver concesso oltre un anno di tempo alle aziende in questione per modificare opportunamente i profili di possibile scorrettezza, con espresso invito ad indicare i prezzi comprensivi di IVA, ha ora deciso per l’avvio di formale istruttoria (che potrà sfociare in un provvedimento finale caratterizzato da sanzioni comprese tra i 5.000 ed i 500.000 €), stante l’assenza di opportuni riscontri da parte di Terme di Acireale.
Invitiamo pertanto i consumatori che nel fruire dei servizi delle aziende in questione dovessero essere rimasti a loro volta sorpresi dalla richiesta di un  pagamento maggiorato del 20% di IVA rispetto al prezzo inizialmente noto, a contattarci ai nostri recapiti (preferibilmente via email o al 3405123722) o a presentare il loro caso direttamente al servizio di Contact Center dell’Antitrust, che risponde al numero verde 800166661, tra le ore 10:00 e 14:00 dal Lun. al Ven., citando espressamente il riferimento “PS1657/2008” che l’Antitrust ha assegnato al procedimento in questione.


http://www.movimentoconsumatorict.it/main.htm

 

LA RISPOSTA DELLE TERME SPA

L’Amministratore Unico delle Terme di Acireale SpA, dott.ssa Margherita Ferro, in ordine alla segnalazione proveniente dall’Antitrust datata 11.12.2009, con la quale veniva comunicata l’apertura dell’istruttoria a carico delle Terme di Acireale e Medithermarium Medical Spa, ipotizzando la violazione degli artt. 20,21, e 22 del D.leg.vo 206/2005, in quanto il contenuto delle informazioni fornite dalle brochure pubblicitarie e dal sito delle Terme di Acireale sul prezzo dei trattamenti termali, medici ed estetici offerti, sarebbe idoneo ad indurre il consumatore ad assumere una decisione di natura commerciale che altrimenti non avrebbe preso, (pubblicità ingannevole), precisa che le Terme di Acireale Spa sono totalmente estranee ai fatti segnalati.
In particolar modo si fa presente che la scrivente si è insediata in data 13.10.2009 e che solo da tale segnalazione ha appreso dell’esistenza del sito
www.medithermarium.it che pubblicizzava il centro estetico termale denominato medithermarium Medical Spa delle Terme di Acireale e conseguentemente  ingenerando l’erroneo convincimento che la Medithermarium Medical Spa costituisce una società strettamente collegata con le Terme di Acireale SPA, cosa che ovviamente potrebbe indurre in errore il consumatore circa le offerte.
Conseguentemente dopo le opportune verifiche, la scrivente ha provveduto a diffidare la società Emira srl, titolare della Medithermarium Medical Spa  (società totalmente estranea alle Terme di Acireale)  ad utilizzare la denominazione “Terme di Acireale”, sia sul sito che in ogni altro materiale pubblicitario ed a modificare il sito eliminando l’indicazione “Terme di Acireale”.
Nel contempo ha provveduto a fare oscurare il sito in questione da parte del gestore GST, nella parte abusata dalla Medithermarium Medical Spa.
Ne consegue che nessuna  pubblicità ingannevole si sta consentendo.
L’Amministratore Unico
Delle Terme di Acireale
(dott.ssa Margherita Ferro)

LA NOTA DEI LEGALI DELLA MEDITHERMARIUM MEDICAL SPA

La “Medithermarium – Medical spa delle Terme di Acireale” è un centro estetico termale (per i non addetti ai lavori spa sta per salus per aquam e non è l’acronimo di società per azioni) gestito dalla Emira s.r.l., società privata, autonoma ed indipendente dalle Terme di Acireale S.p.A..
 
L’attività dell’Emira Srl viene svolta all’interno di alcuni locali – posti presso gli Stabilimenti Termali di Santa Caterina – concessi in affidamento oneroso da parte delle stesse Terme di Acireale S.p.A..
 
L’Emira s.r.l. ha avviato la propria attività solo in data 11 Aprile 2009, mentre la segnalazione da parte del consigliere del Movimento consumatori Catania, riguarda un fatto risalente al 21 maggio 2008!
 
Evidente, dunque, che le lamentele formulate dal consumatore, non siano in alcun modo riferibili alla Emira s.r.l., bensì alla vecchia gestione dell’area benessere delle Terme di Acireale, curata direttamente dall’Azienda Autonoma.
 
Al contrario, come già chiarito anche al Garante, il listino prezzi presente nel sito internet della Medithermarium (www.medithermarium.it) riporta, in modo inequivocabile, prezzi già comprensivi di IVA, senza alcuna possibilità di ingenerare alcuna confusione per gli utenti.
 
Si precisa, infine, che, contrariamente a quanto riferito dalla Dott.ssa Margherita Ferro, riguardo ad un presunto utilizzo abusivo da parte della Medithermarium – Medical spa, del sito delle Terme di Acireale, l’inserimento di un link di richiamo della homepage della Medithermarium, venne espressamente autorizzato dalla Terme con nota del 7 maggio 2009 prot.927/S.


17/01/2010

Condividi su Facebook