mercoledý 24 settembre 2014
Anno IV - numero 38 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Acicastello » Cronaca
StampaInivia a un amico

RISANAMENTO IDRO-GEOLOGICO: VAMPOLIERI ESCLUSA DAI FINANZIAMENTI?

Ancora troppa confusione ed incertezza attorno alla riqualificazione della collina Vampolieri. I comuni di Acicastello ed Acicatena, infatti, sarebbero stati esclusi dai finanziamenti regionali di Agenda 2007 relativi ai progetti per il risanamento e la prevenzione delle aree soggette a rischi idrogeologici. Stupore e rammarico per un provvedimento che, seppur non definitivo, ripartisce un cifra vicina ai novanta milioni di euro a settantatre comuni siciliani, scartando inspiegabilmente un comprensorio decisamente a rischio di smottamenti e frane. Una doccia gelata, dunque, per i due comuni, che, sin dallo scorso mese di ottobre, si erano attivati predisponendo una serie di tavole rotonde con tecnici del Genio civile, della Protezione civile e con alcuni geologi dell'università di Catania. Intanto in settimana il sindaco di Acicastello, l'on. Filippo Drago, in merito alla questione ha riferito: “Sono sbalordito per questo provvedimento che ha dell'incredibile. La collina di Vampolieri, come abbiamo ampiamente ricordato, rientra nell'ambito dei territori R4, ossia quelli che il PAI (Piano stralcio per l'Assetto Idrogeologico) definisce lesivi per la vita umana. Il fatto che i progetti presentati dal nostro ente non siano stati annoverati tra quelli idonei se da una parte ci lascia perplessi, dall'altra ci responsabilizza maggiormente e ci impone la formulazione di nuove proposte. Ciò che dal 1996 a oggi è accaduto a Vampolieri, infatti, è sotto gli occhi di tutti. Pur non volendo creare allarmismi inutili, crediamo che il monitoraggio e la prevenzione debbano essere alla base della nostra azione. Le frane di Giampilieri e Scaletta Zanclea ci insegno, inoltre, che da un momento all'altro anche un acquazzone di pochi minuti può generare catastrofi irreversibili. Noi, come amministrazione, sin dal nostro insediamento abbiamo avvertito come prioritario un intervento deciso e per questa motivazione assieme al comune di Acicatena chiederemo al presidente della regione, on. Raffaele Lombardo, e all'assessore per il territorio e l'ambinte, on. Roberto Di Mauro, di rivedere i criteri per i fondi”.

É necessaria una rivisitazione della graduatoria necessaria, dunque, vista la forte antropizzazione, la morfologia del terreno ormai ampiamente compromessa e la mancanza di regimentazioni di alcuni torrenti. Sarà fondamentale un rivalutazione attenta e accurata dei progetti presentati e delle preoccupazioni delle due comunità, tenendo presente che l'esclusione potrebbe generare diversi problemi. Le ottocento domande di richiesta per i benefici erogati al fine del recupero per i dissesti idrogeologici, presentate la scorsa estate all'A.R.T.A., avranno generato sicuramente confusione, ma resta il fatto che l'esclusione di quelli relativi a Vampolieri, qualche interrogativo lo creano.

Alcune voci, ancora non confermate, parlano di errori di compilazione nella lista regionale dei finanziamenti: Vampolieri dovrebbe comparire nella lista corretta che dovrebbe essere resa nota tra pochi giorni.

 

 

 


07/02/2010

Condividi su Facebook