marted́ 11 dicembre 2018
Anno IV - numero 49 - Direttore Grazia Scuderi - Iscritto al n. 15 del 9/06/2000 presso il Tribunale di Catania
Altre Notizie
Altri Articoli


Ricerca
Acicatena » Sport
StampaInivia a un amico

ACF GRAVINA 2000 ONLUS - ASD ROYAL CATENA   3 - 1
 (29-31; 26-24; 25-20; 25-23)

Gravina. Netto passo indietro per la Royal Catena, che cade malamente e meritatamente in trasferta contro un Gravina per nulla trascendentale, ma che ha avuto il merito di crederci fino alla fine e di mettere in campo quella grinta che è mancata alle ragazze di Di Maria.

Sembra essere tornata la squadra di inizio campionato la Royal Catena, quando in trasferta non riusciva a trovare una vera identità.

Davvero irriconoscibili le ragazze della Royal sia dal punto di vista mentale che dal punto di vista tecnico. Demerito delle Royaline è senza dubbio quello di cullarsi un po’ troppo con avversari apparentemente più abbordabili sulla carta, ed infatti, la maggior parte dei punti “regalati” sono proprio a discapito di queste squadre, che strappano punti ad una squadra che potrebbe meritare molto di più dell’attuale posto in classifica. Primo set estenuante per le due squadre. Parecchi errori da una parte e dall’altra fanno si che il set si prolunghi fino al 29-31 finale. Nel secondo set il Gravina non perde le staffe e rimane sopra, respingendo bene gli attacchi della Royal Catena. Di Maria mischia le carte inserendo Privitera, Bonanno e Terranova al posto di Grasso, Campailla e Rio, ma a poco serve per provare a vincere il set che finisce a favore delle padrone di casa. Terzo set poi a dir poco inguardabile in fase di ricezione per la Royal Catena. Troppi errori gratuiti anche nel fondamentale della battuta hanno permesso poi al Gravina, nel quarto ed ultimo set, di allungare e portarsi sul definitivo 3 a 1. Nelle ultime partite la Royal Catena era riuscita a venire fuori nei momenti di difficoltà, ma stavolta non ce l’ha proprio fatta a recuperare lo svantaggio. Chi si aspettava una reazione d’orgoglio è rimasto certamente deluso. Le rossoblù infatti alzano bandiera bianca e periscono sotto i colpi del Gravina che non concede sconti e porta a casa l’intera posta in palio, portandosi in classifica a soli 3 punti dalla Royal che rischia così di perdere il quarto posto. Bisognerebbe badare di più alla sostanza e al lavoro in allenamento piuttosto che lasciarsi andare in questioni futili di spogliatoio. È ora di rimboccarsi le maniche già dal prossimo impegno contro il Volley Team 7 Torri. Ci si aspetta una reazione di orgoglio, una svolta per il prosieguo del campionato e la conquista dei tre punti. Non si ammettono attenuanti.


09/02/2010

Condividi su Facebook